Federazione Coldiretti Bologna

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

28/09/2018 - N.

CAMBIO AL VERTICE DI COLDIRETTI BOLOGNA, VALENTINA BORGHI PRESIDENTE

PER LA PRIMA VOLTA UNA DONNA GUIDA LA MAGGIORE ORGANIZZAZIONE AGRICOLA


Cambio al vertice di Coldiretti Bologna. Valentina Borghi, imprenditrice agricola di Minerbio è la prima donna eletta alla presidenza della maggior organizzazione agricola provinciale dall’assemblea dei delegati riuniti a Bologna. La Borghi subentra all’imolese Antonio Ferro che ha guidato la Coldiretti bolognese negli ultimi dieci anni. Laureata in Economia aziendale con un master alla Cattolica di Milano su Piccole e Medie Imprese e Transizione generazionale, la nuova presidente conduce in società con i genitori la “Valentina Funghi” un’impresa agricola in comune di Minerbio con 63 ettari di seminativi e oltre 20 mila metri quadrati di serre dove produce funghi. L’azienda, che impiega 120 dipendenti, è particolarmente attenta all’agricoltura green: produce funghi biologici e buona parte dell’energia aziendale è ottenuta da impianti fotovoltaici. Da sempre sostenitrice della vendita diretta, la Borghi commercializza i suoi funghi in tutta Italia, ma è anche impegnata nella vendita sul territorio bolognese partecipando ai mercati di Campagna Amica, la rete di vendita diretta di Coldiretti.
Nell’accettare l’incarico per il mandato 2018-2022, Valentina Borghi ha ringraziato il predecessore Antonio Ferro di cui ha ricordato “l’impegno a tutelare le imprese agricole con una politica di filiera che assicurasse alle aziende un reddito adeguato per le loro produzioni. Sarà mia cura – ha detto la neo-presidente – rafforzare la politica di filiera portata avanti da Coldiretti a livello nazionale, sviluppare la multifunzionalità delle aziende, soprattutto in zone svantaggiate dove la presenza dell’agricoltura è più difficile, ma è importante per tutta la collettività in quanto contribuisce a mantenere l’equilibrio del territorio ed evitare il dissesto idrogeologico. Per questo mi batterò per le esigenze delle aziende di montagna e per la loro lotta quotidiana contro le avversità di queste aree, a partire dalla necessità del contenimento degli animali selvatici che nel nostro Appennino sono ormai fuori controllo. Il mio impegno sarà realizzare un lavoro di squadra con tutti i colleghi di giunta e consiglio, con il direttore Marco Allaria Olivieri e con tutta la struttura, valorizzando le competenze di ciascuno. L’obiettivo sarà assicurare la redditività delle aziende agricole per renderle sempre più efficienti ed economicamente adeguate in modo da assicurare anche un futuro per i tanti giovani che stanno scegliendo di tornare in agricoltura”.
In provincia di Bologna, Coldiretti conta oltre 6.000 soci che nelle loro aziende danno lavoro a quasi 5.000 dipendenti.
L’assemblea ha eletto anche il nuovo consiglio provinciale che è composto da: Matteo Piccinini
Gabriele Cristofori, Mattia Emiliani, Gianluca Gaspari, Roberto Maccaferri, Stefano Bonzagni, Giordano Alpi, Antonio Ferro, Alessandro Zanardi, Alberto Rodeghiero, Roberto Nanni, Aldo Rizzoglio, Astro Turrini, Mattia Dall’Olio, Luigi Maccaferri, Giuliano Zanoni, Marco Romani, Andrea Menetti. Del consiglio fanno parte anche il delegato di Coldiretti Giovani Impresa, Andrea Degli Esposti, la responsabile dei Donne Impresa, Fabiola Zoffoli e il presidente dell’associazione pensionati, Paolo Monari.




Info: Carlo Cavallina, cell. 335 5978478