Federazione Coldiretti Bologna

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata





Misura 221 – Imboschimento di terreni agricoli – 2010.

Le nuove domande d’aiuto devono essere  presentate  entro il 30 luglio 2010, ore 13

Le azioni relative si applicano negli ambiti di pianura e collina e prevedono il finanziamento di interventi di “imboschimento” attraverso il pagamento di un sostegno volto a coprire, a seconda dei casi, o parte dei soli costi d’impianto, o anche dei premi annuali a copertura dei costi di manutenzione e a compensazione delle perdite di reddito provocate dall’intervento.
Possono beneficiare degli aiuti gli imprenditori agricoli, le persone fisiche e giuridiche e gli Enti Pubblici iscritti nell’Anagrafe delle Aziende Agricole. Per mantenere la corresponsione del premio per la compensazione della perdita di reddito al livello massimo, il requisito prescritto (Imprenditore Agricolo Professionale) dovrà essere mantenuto per almeno 5 anni dal momento della decisione individuale di concessione del sostegno”.
L’Imprenditore Agricolo Professionale (IAP) è colui il quale:
·         ricava direttamente o in qualità di socio, almeno il 50% del proprio reddito globale da lavoro, dalle attività agricole di cui all’art.2135 del c.c., nel caso d’aziende ubicate in zona svantaggiata detta soglia è ridotta al 25%;
·         dedica direttamente o in qualità di socio, almeno il 50% del proprio tempo di lavoro complessivo alle attività agricole di cui all’art.2135 del Codice Civile e nel caso d’aziende ubicate in zona svantaggiata detta soglia è ridotta al 25%.

AZIONI
Nell’ambito del territorio provinciale sono ammessi a sostegno gli impegni relativi a tutte le azioni della Misura 221:
·         Azione 1 “Boschi Permanenti”;
·         Azione 2 “Arboricoltura da legno a ciclo medio lungo con prevalenza di latifoglie di pregio”;
·         Azione 3” Arboricoltura da legno a ciclo breve – Pioppicoltura eco- compatibile”.
Gli imboschimenti possono essere realizzati nelle particelle agricole che ricadano all’interno del territorio regionale:
·         che risultano seminativi, colture permanenti, orti familiari
·         che sono state in produzione nell’intervallo di tempo compreso fra le due annate agrarie antecedenti alla presentazione della domanda d’adesione ovvero, per lo stesso periodo, pur ritirate dalla produzione, risultano essere state abbinate a titoli ordinari o di ritiro in relazione ad una domanda di pagamento unico di cui al Reg. (CE) n.1782/03;
·         ammissibili ai sostegni in riferimento all’art.42 del Reg (CE) n.1698/05 e all’art.30, paragrafo 4, del Reg. (CE) n.1974/06.
Non sono ammissibili al sostegno:
·         le superfici coltivate a prato permanente,  prato pascolo e pascolo, le praterie di vetta e le superfici in genere che risultano in fase di rinaturalizzazione e quelle percorse da incendio.
·         l’esclusione è da estendere anche alle superfici nelle quali è stato introdotto il regime sodivo in attuazione di specifiche Misure del precedente e dell’attuale PSR;
·         Gli impianti finalizzati alla produzione di alberi di natale;
·         I sostegni previsti dall’art.43 del Reg. (CE) n.1698/05 comprendono:

Costi d’impianto (costo delle piante, costo della messa a dimora e costi direttamente connessi all’operazione), massimo euro 7.000.00 con un importo massimo finanziabile dal 70 all’80% a seconda della localizzazione.
Premio annuale per ettaro imboschito a copertura dei costi di manutenzione per un periodo massimo di 5 anni, in funzione delle tipologie di imboschimento (giustificato in relazione ai costi medi effettivamente riscontrabili per l’effettuazione di ordinarie manutenzioni).
Premio annuale per ettaro inteso a compensare le perdite di reddito provocate dall’imboschimento, per un periodo massimo di 15 anni, più’ specificatamente:


 
Perdita di reddito
 
Azione 1
 
Iap
 
Altro imprenditore
 
Pianura
 
Collina
 
Pianura
 
Collina
 
Azione 2
 
600
 
500
 
150
 
150
 

 
400
 
300
 
100
 
100
 

Per l’Azione 3 Pioppicoltura eco- compatile sono ammesse solo le spese di impianto.
Per l’accesso agli aiuti, in applicazione del Reg.( Ce) n. 1975/06 sono previste:
·         domande d’aiuto per ottenere l’ammissibilità di un’azione ai benefici
·         domande di pagamento finalizzate ad ottenere il pagamento dall’Organismo Pagatore.
 Non sono finanziabili particelle ricadenti in territorio di altre Regioni.
Le domande d’aiuto devono essere corredate da “progetto esecutivo dell’imboschimento” sottoscritto da tecnico abilitato per le azioni 1 e 2; per l’azione 3, le domande devono avere una “relazione tecnica descrittiva dell’imboschimento da realizzare” sottoscritta da tecnico abilitato; per tutte le domande, può risultare necessaria una dichiarazione integrativa (allegato 3 del Bando Provinciale), per fornire dati utili alla formulazione delle graduatorie e non contenuti nella domanda.
La domanda di “pagamento del sostegno all’impianto e della prima annualità dei premi a copertura dei costi di manutenzione e perdita di reddito”, dovrà essere presentata  entro il 15 maggio dell’anno successivo alla conclusione dei lavori.  L’imboschimento deve essere realizzato entro la primavera 2011 o entro la primavera 2012 in caso di concessione di proroga sulla base di motivata istanza del richiedente. La proroga può quindi essere concessa per un massimo di un anno dal termine  prescritto. Le domande di beneficiari che abbiano realizzato gli impianti entro il termine del periodo primaverile dell’anno successivo all’approvazione della graduatoria e non abbiano presentato motivata domanda di proroga, s’intendono decadute.
La domanda di pagamento deve essere  corredata da:
·         relazione tecnica descrittiva dell’imboschimento realizzato (stato finale dei lavori)
·         fatture e documenti comprovanti la modalità di pagamento,
·         riepilogo dei materiali e delle  opere.

Gli elaborati richiesti dovranno essere sottoscritti da tecnici abilitati ed iscritti all’albo.
Le domande annuali di pagamento dei premi per manutenzioni e perdite di reddito per gli imboschimenti realizzati dovranno essere presentate entro il 15 maggio di ogni anno.  Non potrà essere concesso alcun premio a copertura dei costi di manutenzione e perdita di reddito, per le annualità successive se non è sottoscritto dal beneficiario il “Piano di Coltura e Conservazione” (approvato dall’Ente competente in materia forestale).
 Nel caso in cui, in corso di esecuzione di un impegno connesso alla corresponsione dei pagamenti, il beneficiario trasferisca totalmente o parzialmente la sua azienda ad un altro soggetto, il soggetto subentrante deve:
·         darne comunicazione al CAA al quale ha conferito mandato per l’Anagrafe delle aziende agricole dell’Emilia –Romagna”, fornendo la documentazione relativa; il soggetto subentrante deve inoltre sottoscrivere  e inviare all’Amministrazione competente una domanda di trasferimento di impegno, secondo le procedure rese disponibili da  AGREA.
In alternativa:
·         il cedente ed il cessionario, congiuntamente, devono dichiarare all’Amministrazione Competente , e per conoscenza ad AGREA, che il concessionario medesimo non intende subentrare negli impegni in atto.
Se il subentro non avviene, “.. il beneficiario è tenuto a rimborsare il sostegno ricevuto” fatto salvo il caso in cui il subentro negli impegni non avvenga per documentati casi di forza maggiore previsti e notificati all’Amministrazione.
In tale eventualità, la destinazione d’uso dei terreni in questione sarà comunque soggetta alle previsioni e alle limitazioni delle specifiche normative (forestali e ambientali) eventualmente applicabili, in riferimento al tipo di soprassuolo conseguito con l’impianto.
Per il riconoscimento dell’entità dei premi per manutenzioni e perdite di reddito, il soggetto subentrante:
·         acquisisce il diritto di beneficiare di premi ancora da corrispondere unicamente se possiede i requisiti prescritti nelle disposizioni relative al programma sulla base del qual è stato effettuato l’imboschimento;
·         può beneficiare esclusivamente dei premi che sarebbero stati riconosciuti al cedente, semprechè sia in possesso dei medesimi requisiti  di cui sopra ( non potranno essere riconosciuti al subentrante, pur in possesso di specifici requisiti, premi superiori a quelli riconosciuti al cedente);
·         qualora non sia possesso di tutti i requisiti posseduti dal cedente, saranno riconosciuti i premi previsti per la categoria di beneficiari cui appartiene.


Per ulteriori informazioni e/o approfondimenti,gli uffici CAA Col diretti di zona sono a disposizione.